"Buona parte del socialismo divenuta realt ; buona parte della sicurezza materiale stata raggiunta. Ci che resta da attuare oggi l'impegno permanente del socialismo. Non solo per ci che riguarda il salario, che pure importante, ma per ci che riguarda il rafforzamento della personalit  umana.
Uno deve sapere cosa fare della propria vita. Da giovane io non sapevo che il socialismo un impegno permanente. Credevo che il socialismo fosse qualcosa da attuare e poi semmai migliorare. Invece molto, molto di pi. E' il modo di combinare la libert e la giustizia e la solidariet in un impegno che non finisce mai. Il socialismo come un marinaio che impara molto presto a fare il marinaio, anche se un ragazzo e non ha mai visto il mare. Perch, nel suo primo viaggio, il marinaio scopre che l'orizzonte non una linea di confine. Quando la nave si sposta, anche l'orizzonte si sposta: sempre pi in l , sempre pi in l , fino a diventare tanti orizzonti sempre nuovi.
Oh, si. E' cos che io vedo il socialismo: come un orizzonte che non raggiungeremo mai e a cui tentiamo di andare sempre pi vicino".

Willy Brandt
Bonn, settembre 1973

Socialisti, non ex socialisti. Socialisti provenienti dalle diverse aree di quello che fu il "movimento operaio", sinistra democratica che si poneva - e si pone- in una prospettiva pi ampia della semplice gestione "liberale" della democrazia.
Compagni che oggi militano in partiti diversi- o che non militano- ma che non perdono la speranza, e - comunque - credono sia giusto mantenere la memoria e rinnovare una grande cultura politica: ancora attuali le riflessioni della Consulta socialista.

Quanti tentativi! E quante delusioni, finora. Non cancelliamo nulla, non nascondiamo nulla. La storia non torna indietro, e nessuno pu seriamente sperare che rinasca il PSI della nostra giovinezza e del nostro orgoglio, ma...pu una storia cos grande e gloriosa andare persa?
 Non mollare!

Socialisti!

figli della pi gloriosa storia politica del novecento 

 

Turati:una vita per il socialismo.

Livorno  1921: la  "profezia" 

Le memorie: noi siamo quel che ricordiamo. Brandelli di storia del movimento operario e della democrazia...( nella foto:De Gasperi,Nenni e Togliatti)

Sui comunisti: nessuna scomunica, ma nessuna sottovalutazione

Perch il morto non trascini i vivi

La democrazia, non solo opinioni "convenzionali": un tema di crescente attualit

Non solo in Italia, il dibattito sul socialismo

Due sentimenti - speranza e delusione - si alternano nello scorrere le pagine -molte se non quasi tutte in questo sito- legate ad aspettative, successi e delusioni della sinistra democatica, ma purtroppo prevalgono negli ultimi anni, dalla fine del PSI ai ritardi e alle contraddizioni nella evoluzione del PCI,
quelli ben espressi nelle "cronache del disastro"
Ci abbiamo provato  
Dalla idea di un partito nuovo della sinistra, alla "cosa2",  al nulla: come un mediocre apparato pu vivacchiare  senza il disturbo della politica. Progetto2000, dal Congresso DS fino agli esiti successivi.

Con Giorgio Ruffolo:

-anche questi, prima o poi, pasaran

-un partito ed un'idea per il centrosinistra


La Cosa che non fu

Vai alla prima pagina