L'Associazione "per la Fondazione Aldo Aniasi"

La giornata di studio su Iso Ú stata un grande successo: vecchi compagni e giovani studiosi per non dimenticare

Per la Fondazione "AldoAniasi"


Verso la "Fondazione Aldo Aniasi": costituita l'Associazione per promuoverla e sostenerla

E' stata costituita con atto notarile l'Associazione per la Fondazione Aldo Aniasi, che per il momento Ŕ retta da un Comitato che scadrÓ tra pochi mesi, nel momento in cui sarÓ definito il numero dei soci fondatori e sostenitori nonchÚ dei soci ordinari: a quel punto si procederÓ alla elezione di un Consiglio Direttivo definitivo.

Presso gli uffici del Circolo di via De Amicis Ŕ disponibile lo Statuto dal quale si possono ricavare tutte le informazioni utili. Lo Statuto lo si potrÓ leggere anche sul prossimo numero del periodico della F.I.A.P. "Lettera ai Compagni".

I Soci fondatori e sostenitori possono iscriversi versando la quota di Euro 1.000 (mille), mentre per i Soci ordinari e simpatizzanti la quota minima stabilita Ŕ di Euro 50 (cinquanta). I mezzi raccolti serviranno a preparare la Fondazione e la costituzione del necessario Fondo di dotazione.

L'Associazione Ŕ il primo passo verso la Fondazione Aniasi che nascerÓ con la finalitÓ di diffondere e divulgare le idee, il pensiero e le opere di un uomo alla cui memoria siamo affettivamente legati per quanto ha dato, con la sua passione ideale e le sue capacitÓ di politico e di amministratore, oltre che di combattente per la libertÓ, al nostro Paese.


La FIAP, il Circolo De Amicis e la Fondazione ISEC
invitano alla giornata di studio:

ALDO ANIASI: il partigiano, l'amministratore ed il politico

lunedý 9 ottobre ore 15
CIRCOLO DE AMICIS
Via Edmondo de Amicis 17, Milano


La giornata di studio intende avviare una analisi sulla storia di Milano e della sinistra italiana, di cui Aldo Aniasi fu protagonista di rilievo.
Le sue origini di partigiano combattente lo segnalano come una personalitÓ che ha maturato convinzioni e scelte in un clima di intensa partecipazione. Socialista,Sindaco di Milano e poi deputato al Parlamento, Aniasi fu vicepresidente della Camera e ministro in settori delicati quali la SanitÓ e le Regioni, nella fase della loro prima attuazione. Presidente della FIAP, aderý negli ultimi anni ai DS: nella sua vita si intrecciarono temi e motivi di grande importanza per chiunque voglia affrontare la storia italiana nella seconda metÓ del XX secolo.

PROGRAMMA

15.00 - 15.30 Saluto e presentazione del convegno

Coordinano i lavori:
Mario Artali (Presidente Circolo di via De Amicis)
Francesco Berti Arnoaldi Veli (Presidente FIAP)
Gianni Cervetti (Presidente Fondazione ISEC)

15.30 - 17.00 Relazioni
Santo Peli (UniversitÓ di Padova): La Resistenza e l'Ossola
Enrico Landoni (UniversitÓ di Milano): L'amministratore e il politico

Discussants:
Guido Bersellini (VicePresidente FIAP)
Ettore Carinelli (Partigiano)
Luigi Ganapini (Direttore Scientifico Fondazione ISEC)

coffee break

17.30 - 19.00 Comunicazioni

Stefano Agnoletto (UniversitÓ Cattolica di Milano): Le giunte Aniasi e il welfare
Sergio Fiorini (Associazione Cominciamo da capo):Il potere a Milano negli anni '50-`60
Aldo Giannuli (UniversitÓ di Bari):Da piazza Fontana a piazza della Loggia
Guido Martinotti (UniversitÓ di Milano - Bicocca):Le trasformazioni socio-economiche di Milano negli anni `60
Emilio Renzi (UniversitÓ di Milano): La cultura socialista a Milano negli anni `60
Emanuele Tortoreto (UniversitÓ di Milano):L'istituzione del decentramento

pausa

21.00 Tavola rotonda

Introduce: Luigi Ganapini (Direttore Scientifico Fondazione ISEC)
Interventi di:
Piero Borghini (giÓ Sindaco di Milano)
Roberto Mazzotta (Presidente Banca Popolare di Milano)
Nerio Nesi (Presidente Ass. Naz. Riccardo Lombardi)
Fulvio Papi (UniversitÓ di Pavia)
Paolo Pillitteri (giÓ Sindaco di Milano)
Antonio Pizzinato (giÓ segretario generale della Cgil)
Maurizio Punzo (UniversitÓ di Milano)
Carlo Tognoli (giÓ Sindaco di Milano)


PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PER LA FONDAZIONE ALDO ANIASI  

Un anno Ŕ giÓ passato dalla improvvisa scomparsa di Iso, ed ancora facciamo fatica a rendercene conto. Lo ricorderemo con un Convegno che stiamo preparando - De Amicis, Fiap e Fondazione ISEC  - per il 9 di ottobre, ovviamente presso il Circolo e con il concorso di molti antichi compagni, storici e personalitÓ autorevoli. Il programma dettagliato sarÓ presto disponibile, ma giÓ da ora possiamo anticipare che la giornata si aprirÓ alle 15 con la sessione dedicata alla Resistenza, poi alle 17,30 con quella dedicata all'autogoverno ed infine si concluderÓ con una tavola rotonda dalle ore 21 alle 24.

Chi desiderasse ricevere notizie ed invito pu˛ scrivere all'Ossimoro o comunicarlo al Circolo De Amicis.

Intanto stiamo lavorando ad una Associazione di imminente costituzione che lancerÓ il progetto di una Fondazione a Lui intitolata che avrÓ il compito di mantenere vivo il ricordo anche presso le nuove generazioni di quello che Ŕ stato Aniasi in due momenti decisivi della storia recente del nostro Paese: la lotta per la libertÓ e lo sviluppo di una democrazia partecipata attraverso la grande opera degli Enti Locali, il Comune innanzitutto, che lo ha visto protagonista -come Assessore prima e poi Sindaco di Milano, di una fase decisiva per lo sviluppo di una Italia prospera e capace di maggiore giustizia sociale.

Di questa Fondazione incominceremo a parlare, su cortese invito della Segreteria milanese dei DS,

lunedý 4 settembre alle ore 18 presso lo "Spazio Coop" della Festa dell'UnitÓ.(Mazda Palace - MM1 Lampugnano)

PER ISO : partecipano M. Artali, G. Benvenuto, N. Comotti,C. Ghezzi, F. Mirabelli, N. Vertemati

Di tutte le iniziative l'Ossimoro darÓ tempestiva notizia.


Torna alla pagina precedente

Vai alla prima pagina